03 Giu

Sprint Sommariva Perno (CN)


Venerdì 2 giugno si è svolto nel Roero il classico triathlon delle Fragole; grandi assenti questo anno però… proprio le Fragole.
Organizzazione di Nerattini come al solito impeccabile e gara divertente e veloce. Ben 11 partecipanti tra i nostri al via tra i 250 totali.

La tenzone inizia stavolta a ranking invertito e, pertanto, i big devono aspettare per una volta a bordo vasca il loro turno godendosi, in un clima tropicale, le evoluzioni natatorie dei correnti di rincalzo. Livello davvero alto, in campo maschile vince Sergej Churokin e in campo femminile Vittoria Bergamini.
Per i nostri Mario Magillo batte allo Sprint Francesco Saraceno, nonostante un problema in T 2 ( scontro con conseguente caduta con altro concorrente) che ha rischiato di compromettere la gara e che ha fatto perdere al nostro una quindicina di secondi abbondanti provocandogli una ferita al piede. I nostri due alfieri guadagnano il decimo e undicesimo posto assoluto nonché il secondo e il terzo di categoria.
Poi giunge Federico Bertorello, terzo dei nostri e diciannovesimo assoluto che, nonostante come sappiamo non si alleni da oltre un paio di mesi causa elezioni imminenti e abbia condotto una gara solo discreto livello, non si capisce il motivo per cui nello spogliatoio si incensi nel dopo gara a vincitore assoluto, provocando l’ilarità degli autoctoni, che pur non conoscendolo, si associano ai compagni di squadra nel prenderlo in giro (molto divertente la scena in cui minaccia il ritiro tra l’indifferenza generale).
Il nostro Fede in ogni caso durante le premiazioni si scopre primo di categoria e all’urlo di “chissà gli altri che pippe” vince una bella bottiglia di Barolo imbottigliata la mattina stessa.
Dopo di loro si registra il ritorno alla gare di Giampaolo Portalupi, che nonostante una partenza in prima frazione non proprio felice causa crisi di panico dovuta al livello altissimo della batteria di pertinenza nonché dell’umidità pari al 200 per cento che si respirava all’interno della piscina, conclude comunque in crescendo la propria gara.
A seguire l’inossidabile Luigi Casabona, e un redivivo Cristiano Di Pino che nella propria batteria realizza i migliori tempi sia di nuoto che di bici.
Seguono un “informissima” Pietro Incarnato e il “giovane” Alessasandro Cecchinel (detto Alessandro Trige per gli amici FB) che rientra alle gare dopo l’operazione al menisco.
Guest Star di giornata il presidentissimo Stefano Diana che si è presentato fasciato al via, elegantissimo, nel suo Body rosso provocando degli sbalzi ormonali nostalgici in un paio di Giudicesse over 55.
Da segnalare anche l’ottimo esordio di Marco Ravaioli , subito a lottare, chiude al 146mo posto generale.
Tra le donne Serena Corcione realizza un ottimo tempo finale ( in particolare buona frazione nel nuoto) guadagnandosi un ottimo trentesimo posto totale e settimo di categoria.
Ricchi premi e cotillon nel finale con birra a fiumi e addirittura piatto di ravioli servito agli ultimi 4 desaparecidos rimasti in loco, che naturalmente avevano divise Tri ge.
Il nostro Marione orfano delle fragole ma ripieno di ravioli e poco lucido a causa dell’ epistassi al piede raccontata sopra, ha promesso in acquistare nell’ euforia generale per il prossimo anno un pulmino sociale per recarsi alle gare tutti insieme.
Aspettiamo ora il parere del commercialista per verificarne la fattibilità.
Alle prossime. E naturalmente nuotate pedalate e correte un po’ meno però, perché con questo caldo Vi potrebbe venire un coccolone.

Vai alla barra degli strumenti