Peirodo off season cosa fare

Home Forum Ottimizzare l’allenamento con Dek Peirodo off season cosa fare

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #1967
    stefano
    Partecipante

    introduco un argomento di certo attuale . La stagione è sostanzialmente finita ed inizia un periodo in cui non si sa bene cosa fare. Sarebbe bene fare almeno una ventina di giorni di scarico totale (nel senso di riposarsi limitando al minimo l’attività fisica . Ma finiti i venti giorni ? si entra nel periodo freddo con minori possibilità di allenarci all’aperto. E molti vanno in palestra (ma che palle!!) col rischio però di fare cose inutili o contro producenti . Si parla di interval-training ma di circuiti,etc. Certamente dek ha un idea di come allenarsi in palestra …

    #1979

    Beh forse 20 gg sono un po’ tantini, ma l’approccio all’off season è molto personale…bastano 7/15gg per poi riprendere con calma e raziocinio!
    Cosa fare? intanto noi liguri siamo relativamente fortunati perchè, a scapito di una cronica assenza di torta di riso, con un buon abbigliamento tecnico possiamo allenarci tutto l’inverno outdoor; anzi alcuni “pro” vengono proprio qui da noi a svernare.
    I mesi così detti di “transizione” vanno vissuti con relativa calma e tranquillità mentale, ci sarà tempo per la fase intensa di allenamenti e gare nella stagione a venire 😉 può essere l’occasione per lavorare sui nostri punti deboli della triplice (nuoto, corsa o bici) soprattutto dal punto di vista tecnico e di base aerobica. Quindi quello che mi sento di consigliare per questi 2 mesetti è di lavorare sulla frazione più carente alternando allenamenti tecnici e di passo aerobico. Io, personalmente, preferisco curare nuoto e corsa che sono le due frazioni più tecniche; c’è da dire poi che la corsa permette di trasportare un bella percentuale di cross training nel ciclismo. Questo vale soprattutto per chi ha in programma gare veloci tipo sprint e olimpico; per le gare lunghe conviene mantenere un po’ di km in bici, ma sempre fatti in tranquillità e pedalando agile. Conviene, per chi ha voglia e tempo, fare un po’ di palestra (1/2 sedute) mirata al potenziamento ed alla stabilizzazione generale. Quindi andrebbero fatti lavori/esercizi che coinvolgano grossi gruppi muscolari (p.e. lat machine, pulley basso, panca piana, leg press….) e di stabilizzazione del “core” ovvero addominali e lombari (anche con fit-ball) e delle spalle (cuffia dei rotatori), tre serie da 8_10 reps per esercizio possono andare caricando un po’ di più con il passare delle settimane. Personalmente non sono un fan del circuit training in palestra…per noi è più utile andare a correre ed al limite fare degli esercizi di tecnica di corsa al campo, al limite potrei e essere fan del “pilates” che è un ottimo lavoro per le regioni lombari e addominali, ma è un’opinione personale e dipende dalle disponibilità di tempo dell’atleta.
    keep on training!
    DEK

  • Autore
    Articoli
  • #1967

    stefano
    Partecipante
    • Offline

    introduco un argomento di certo attuale . La stagione è sostanzialmente finita ed inizia un periodo in cui non si sa bene cosa fare. Sarebbe bene fare almeno una ventina di giorni di scarico totale (nel senso di riposarsi limitando al minimo l’attività fisica . Ma finiti i venti giorni ? si entra nel periodo freddo con minori possibilità di allenarci all’aperto. E molti vanno in palestra (ma che palle!!) col rischio però di fare cose inutili o contro producenti . Si parla di interval-training ma di circuiti,etc. Certamente dek ha un idea di come allenarsi in palestra …

    #1979

    Marco De Marco
    Membro
    • Offline

    Beh forse 20 gg sono un po’ tantini, ma l’approccio all’off season è molto personale…bastano 7/15gg per poi riprendere con calma e raziocinio!
    Cosa fare? intanto noi liguri siamo relativamente fortunati perchè, a scapito di una cronica assenza di torta di riso, con un buon abbigliamento tecnico possiamo allenarci tutto l’inverno outdoor; anzi alcuni “pro” vengono proprio qui da noi a svernare.
    I mesi così detti di “transizione” vanno vissuti con relativa calma e tranquillità mentale, ci sarà tempo per la fase intensa di allenamenti e gare nella stagione a venire 😉 può essere l’occasione per lavorare sui nostri punti deboli della triplice (nuoto, corsa o bici) soprattutto dal punto di vista tecnico e di base aerobica. Quindi quello che mi sento di consigliare per questi 2 mesetti è di lavorare sulla frazione più carente alternando allenamenti tecnici e di passo aerobico. Io, personalmente, preferisco curare nuoto e corsa che sono le due frazioni più tecniche; c’è da dire poi che la corsa permette di trasportare un bella percentuale di cross training nel ciclismo. Questo vale soprattutto per chi ha in programma gare veloci tipo sprint e olimpico; per le gare lunghe conviene mantenere un po’ di km in bici, ma sempre fatti in tranquillità e pedalando agile. Conviene, per chi ha voglia e tempo, fare un po’ di palestra (1/2 sedute) mirata al potenziamento ed alla stabilizzazione generale. Quindi andrebbero fatti lavori/esercizi che coinvolgano grossi gruppi muscolari (p.e. lat machine, pulley basso, panca piana, leg press….) e di stabilizzazione del “core” ovvero addominali e lombari (anche con fit-ball) e delle spalle (cuffia dei rotatori), tre serie da 8_10 reps per esercizio possono andare caricando un po’ di più con il passare delle settimane. Personalmente non sono un fan del circuit training in palestra…per noi è più utile andare a correre ed al limite fare degli esercizi di tecnica di corsa al campo, al limite potrei e essere fan del “pilates” che è un ottimo lavoro per le regioni lombari e addominali, ma è un’opinione personale e dipende dalle disponibilità di tempo dell’atleta.
    keep on training!
    DEK

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.
Vai alla barra degli strumenti